Image Alt

Blog

ILHA DE SAO TIAGO (isola di Santiago)

Sao Tiago è l’isola maggiore dell’arcipelago  di Capo Verde, sia per dimensioni (991 Km quadrati) che per popolazione (circa 240.000 persone) e fa parte delle isole di sottovento.

L’economia di quest’isola è in prevalenza basata sull’agricoltura, che si è sviluppata grazie alla manodopera oriunda dell’Africa, e per questo motivo ancora oggi viene considerata la più africana delle isole di tutto l’arcipelago.
E’ un’isola prevalentemente montuosa con coste frastagliate e bellissime spiagge bianche, ed ospita la capitale di Capo Verde: Praia.
Sao Tiago fu la prima isola dell’arcipelago ad essere colonizzata, e proprio qui si trova il più vecchio insediamento del paese, CIDADE VELHA (la vecchia capitale), fondata nel 1462 con il nome di RIBEIRA GRANDE.

      

A pochi passi dalla piazza di Ribeira Grande troviamo il ” PELURINHO”, ovvero il palo della gogna, dove anticamente venivano incatenati e venduti gli schiavi provenienti dall’Africa.

Sempre qui a Ribeira Grande troviamo poi la più antica chiesa di Capoverde “Nossa Senhora do Rosario”.

  

La città di Ribeira Grande è inoltre dominata da un’imponente fortezza, la FORTALEZA REAL DE SAO FELIPE, un forte, ormai abbandonato, situato a 120 mt sopra il livello del mare, che offriva un sistema di difesa e protezione alla città, e dal quale ancora oggi si può godere di una meravigliosa vista sulla costa.

A soli 14 km da Cidade Velha, troviamo l’attuale capitale PRAIA, che  dalla fine del 2005 ospita uno dei tre aeroporti internazionali dell’arcipelago, il Francisco Mendes.
Negli anni passati Santiago non è mai stata particolarmente considerata dal punto di vista turistico, in quanto le politiche e i fondi per lo sviluppo turistico venivano indirizzati su altre isole come Sal e Boa Vista, ma negli ultimi anni è iniziato un lento processo di valorizzazione turistica che la sta portando ad una crescita economica non indifferente.
Storicamente quest’isola si basava su coltivazioni di zucchero di canna, banane, caffè, mango e grano, sulla pesca e sull’artigianato, ma ora a tutto questo si aggiunge un graduale miglioramento dei servizi rivolti al turismo, dove si valorizza il suo bellissimo paesaggio diversificato, fatto di incredibili spiagge bianche, coste frastagliate e montagne verdeggianti, il tutto immerso in una cultura di piccoli villaggi ricchi di folclore e di tradizioni che la differenzia dalle altre isole.

Spostiamoci ora a Praia, il cui centro storico prende il nome di Plateau, dalla spianata rialzata che si affaccia sulla baia vicina al porto. Qui possiamo trovare il mercato di Sucupira, dove si trova di tutto, dai vestiti tipici locali alla musica e all’artigianato locale, dagli elettrodomestici ai piatti tipici di Capo Verde.
I
l mercato di Sucupira è il più grande della città e si distingue non solo per l’allegria in grado di
trasmettere ai visitatori, ma anche per la cordialità e la disponibilità di tutti gli operatori.
Piazza XII Settembre, è ritenuto il cuore pulsante dell’isola, perchè alla sera si riempie di musica e divertimento.
Sempre qui a Praia  troviamo poi il Museo Etnografico, simbolo della colonizzazione portoghese, che assieme al palazzo di Giustizia e al palazzo comunale conserva la memoria storica degli abitanti.
Un’altro luogo suggestivo è il Faro di Maria Pia a Ponta Termosa.

Un’altra meta turistica particolarmente apprezzata è TARRAFAL, con la sua meravigliosa spiaggia bianca racchiusa in una piccola baia protetta dalle montagne e circondata da palme da cocco. Proprio grazie alla sua posizione protetta, la baia di tarrafal viene scelta dalle tartarughe per la deposizione annuale delle loro uova.
Un’altra caratteristica di questa spiaggia, è di trovarsi sulla rotta di delfini, balene e tonni, per cui risulta una meta ideale per immersioni ed escursioni in mare.

Molti altri sono i luoghi che meritano attenzione su quest’isola, dalle spiagge di Sao Francisco, Quebra Canela e Prainha, a Praia da Gamboa che, seppur è la meno indicata per nuotare, è la sede del festival annuale musicale.
Dal convento di Sao Francisco all’antica cattedrale in riva al mare, dal bellissimo e verdeggiante Parco nazionale di Serra Malagueta (scenario ideale per chi ama il trekking), ad Aguas Verdes, un’oasi verde di immensi alberi di baobab.

 

 

Post a Comment

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit sed.

Follow us on